Sonja combatterà a Stazione Birra contro Paola Cappucci (oro agli Europei Wako d K-1) per il titolo italiano Pro di K-1

Sonja combatterà a Stazione Birra contro Paola Cappucci (oro agli Europei Wako d K-1) per il titolo italiano Pro di K-1. Nella stessa serata combatteranno Mouhamed “Big Bamboo” e Arianna. Mhohamed combatterà contro Daniele Chiavari della Gladiators. Arianna combatterà di Thai 4×2′ senza protezioni contro Linda Mannucci del Team Giampo. Forza e Onore!

Questa è la locandina della serata.

26/01/2009: Bella prova ieri sera di tutti i ragazzi: Arianna, Alle, Mohamed e Sonja. Per tutti: complimenti!

Partiamo con la cronaca: Arianna, in proporzione alle proprie esperienze, era quella che fra tutti aveva il match più complicato. Infatti sapevamo che la Mannucci era un’avversaria: ostica, perchè brava ed esperta. L’incontro nel complesso è stato bello ed equilibrato: Ari ha lavorato bene, ma si può fare meglio, con calci e ginocchiate mentre la sua avversaria l’ha contrastata con un buon pugilato ordinato e preciso che a volte portavano a delle risposte un po’ disordinate di Arianna. La vittoria, alla fine delle 4 riprese previste, andava alla Mannucci, qualcuno dice di misura, qualcuno dice che un pari forse era giusto, ma quello che rimane è che c’è da lavorare e che Arianna ha disputato una buona prova: di coraggio, grinta e determinazione, mettendo in luce anche dei notevoli progressi. GRANDE ARI!

Ieri Alle (per tutti Ali) ha fatto il suo esordio. Ha combattuto in Kick e devo dire che mostrato una grande lucidità e lo dimostra il fatto che nelle fasi di corta distanza è riuscito sempre a non andare in clinch e a non accennare nemmeno una ginocchiata, cosa che viene abbastanza spontanea quando ti alleni sempre per arrivare anche a questa distanza. Il suo avversario, Roberto Di Marco, parte subito forte e questo non inquieta Alle, che non fa mai un passo indietro e ribatte colpo su colpo, sempre testa a testa. Col passare del tempo Di Marco cala l’intensità dei suoi attacchi ed il nostro esce fuori sferrando dei buoni colpi di braccia e dei bei calci in linea bassa e media che contribuiscono non poco a fiaccare il suo avversario. Alla fine della terza ripresa viene decretato vincitore! BRAVISSIMO!

Anche il nostro “Big Bamboo” ha esordito ed ha stupito per la sua freddezza e lucidità: per tre riprese ha contrastato Daniele Chiavari con pugni forse poco ordinati ma con dei middle-kicks davvero spaventosi per potenza e precisione. Mouhamed ha disputato un buon incontro dimostrando freddezza e lucidità, sicuramente potrebbe fare molto meglio se decidesse di allenarsi meglio, ma a lui vanno i miei complimenti. Sapevo che poteva fare bene, ma non sapevo come avrebbe reagito una volta sul ring. COMPLIMENTI BIG!

Ieri Sonja ha conquistato il Titolo Italiano di K-1 WAKO-PRO cat. -60 kg: il giusto tributo ad una carriera agonistica fatta di tanti sacrifici e tanti ottimi risultati! Di fronte aveva una grande atleta, Paola Capucci che ha dimostrato di essere molto migliorata rispetto a quasi un anno fa. E’ stato un bellissimo incontro, fra le migliori atlete italiane nella categoria e lo hanno dimostrato ieri sera dando vita un match acceso intenso. Sonja è stata sicuramente più incisiva e continua, sempre pericolosa con i suoi pugni e i suoi calci potenti. Davvero brava a non lasciare spazio ai pericolosi contrattacchi della Capucci, sempre pronta a rientrare con estrema precisione. Alla fine dei 5 rounds, all’unanimità Sonja viene decretata Campionessa Italiana. CONGRATULAZIONI MIRABELLI!

Antonio, Lorenzo e Umberto parteciperanno ai Campionati Europei WAKO ad Oporto, in Portogallo!

Antonio, Lorenzo e Umberto parteciperanno ai Campionati Europei WAKO ad Oporto, in Portogallo! Forza e Onore!

Antonio ha combattuto nei quarti con un forte portoghese, disputando un ottimo ma perdendo qualcosa nel finale e quindi permettendo all’atleta di casa di passare alle semifinali. A detta dei CTN e dei compagni di spedizione pare si sia comunque comportato bene.

Lorenzo ha combattuto nei quarti con un british molto aggressivo ma che nulla ha potuto contro il nostro “prof” che vincendo accedeva alle semifinali contro un portoghese, contro il quale ha disputato un’altra grande prova, ma qui, a quanto mi è stato raccontato, è stato vittima di un verdetto un po’ discutibile impedendogli dunque l’accesso alla finale. Comunque è BRONZO!

Umberto nei quarti di finale ha affrontato un estone contro il quale ha disputato un ottimo match non concedendogli nulla ed è passato dunque alle semifinali dove ha trovato un ceco che lo ha però imbrigliato in clinch dove il nostro non è riuscito ad esprimersi ai suoi livelli, forse anche a causa di un infortunio al bicipite che sicuramente gli ha condizionato la prestazione. Comunque è BRONZO.

Trasferta positiva per i nostri dunque, che sono ritornati abBRONZati da questa trasferta portoghese e che hanno tenuto alti i colori della nazionale e della Pro Fighting Roma. Grazie Antonio! Grazie Lorenzo! Grazie Umberto!

Morris ha combattutto contro Edoardo Tocci in Thai 3×2′

Morris ha combattutto contro Edoardo Tocci in Thai 3×2′. Il match è stato molto bello, con begli scambi da una parte e dall’altra.

Purtroppo Morris ha pagato con mancanza di fiato la poca continuità negli allenamenti e ciò ha permesso ad Edoardo di prendere vantaggio in alcune situazioni in cui Morris rimaneva passivo.

Alla fine veniva decretato vincitore Tocci pur rimanendo l’ottima prova del nostro.

Davide, Simone, Luigi e Alessandro combatteranno a Prato

Davide, Simone, Luigi e Alessandro combatteranno a Prato in un galà dilettanti organizzato da Domenico Catalano della Pro Fighting Prato. Forza e Onore!

Simone, al suo esordio, ha affrontato un ragazzo con già due match alle spalle, ma nonostante questo ha dato prova di gran carattere e gran cuore. Agli attacchi dell’avversario rispondeva sempre con caparbietà. Bisogna ancora migliorare alcuni aspetti e fasi del combattimento, ma per questo ci sarà modo in palestra di lavorarci sopra. Bravo Simone!

Luigi era caraicato a pallettoni. Solo sparandogli si poteva fermare…. Ha fatto un gran bel match contro un avversario che, partito forte, ha via via diminuito la veemenza dei suoi attacchi fino a che il suo angolo, dopo un preciso high kick sinistro, non decide di gettare la spugna…. Grande Gigi!

Davide per la prima volta, ha finalmente combattuto in Thai Boxe, per un motivo o per un altro non era mai riuscito a farlo. ha combattuto molto bene e ragionando. Il suo avversario non è mai riuscito ad impensierirlo, Davide di contro, lo colpiva sempre con bei low-kicks che spesso hanno mandato al tappeto il suo opponente ed in clinch è stato nettamente superiore. C’è ancora da lavorare, ma va benissimo così… Bravissimo Davide!

Alessandro ha affrontato Nicola Benelli. L’incontro è finito subito, giusto il tempo per Alessandro di mettere gancio sinistro – diretto destro e Benelli era al tappeto… Bravo Alessandro!


Alessandro combatterà a Cork in Irlanda in un match di Muay Thai 5×2′ con i gomiti

Alessandro combatterà a Cork in Irlanda in un match di Muay Thai 5×2′ con i gomiti. Forza e Onore!

Grande prova di Alessandro in Irlanda. Si è trovato di fronte un avversario più esperto di lui, Darren Cashman, che però a mio giudizio non ha fatto granché. Le prime due riprese sono nettamente a favore di Ale che lo tiene a distanza con le sue lunghe leve e chiude sempre e bene con i low kicks.

Nella terza l’idolo di casa riesce ad entrare più spesso in clinch dove Ale lo contrasta piuttosto bene. Però il nostro entra in un loop nel quale rimane per tutta la quarta ripresa, ossia comincia a voler calciare con la gamba-dietro facilitando il compito Cashman che esce e rientra subito in clinch. Nel finire della 4 ripresa in seguito ad una gomitata, Alessandro Si apre il labbro superiore, la dottoressa gli chiede se vuole continuare e lui dice di si. Ricomincia la quinta ripresa più cattivo e determinato di prima, (fosse stato così pure alla 3 e 4….).

Appena Cashman si avvicinava Alessandro lo colpiva con i suoi pugni, quando Cashman calciava Alessandro lo bloccava e lo proiettava… Ma tutto ciò non è bastato per vincere, infatti la vittoria viene assegnata all’atleta di casa. Purtroppo si sa, in trasferta vincere è più complicato. Quando Darren Cashman è salito sul ring quasi tutto il pubblico era in piedi a salutarlo… poteva vincere un “pischello” di 17 anni di Torpignattara?

L’unico modo era vincere per KO. Ma al di la del risultato, per Alessandro è stata una grandissima esperienza che, se ne farà tesoro, potrà sfruttare nei prossimi impegni. BRAVISSIMO Alessandro, hai dimostrato valenza tecnica e gran coraggio! continua così….

Viorel combatterà a Helsinky per un Titolo Europeo WAKO-PRO di K-1 cat. -60 kg 5×3′ contro l’atleta di casa Jesse Palanto

VIOREL NON CE LA FA A CONVINCERE ANCHE I GIUDICI….

Grande prova quella che ha offerto Viorel al pubblico finnico. Era in gran forma, concentratissimo, preparato forse come mai lo era stato nonostante la lunga pausa estiva. Avevamo studiato l’avversario e la strategia da seguire durante l’incontro, soprattutto considerando il fatto che l’avversario era mancino. Tutto, apparte un incidente alla prima ripresa era andato come previsto.    Il match parte subito in maniera piuttosto equilibrata senza troppi acuti, ma con un Vio concentratissimo e deciso a lasciare poco al suo avversario. A condurre il gioco, come immaginavamo, visto che giocava in casa era Palanto e il nostro era pronto a mandarlo o a contrare ogni suo attacco.

Alla prima ripresa l’incidente di percorso che forse condiziona l’esito del match: quando mancavano meno di trenta secondi, viene incrociato su un low-kick e viene contato, si rialza subito e di li a qualche secondo finisce il round. Quando ricomincia il match, Viorel riprende il suo lavoro ancora più deciso: manda a vuoto e neutralizza tutti gli attacchi dell’avversario. In un paio di circostanze colpisce Palanto con ginocchiate saltate al viso, ma che non sembrano scuotere troppo il finlandese. Come ci aspettavamo molti degli attacchi dell’atleta di casa erano costituiti da calci in linea media o alta e che gli costavano carissimo, perché ogni volta Viorel rientrava sotto con dei low-kicks potentissimi, forse i più potenti che abbaia mai visto tirare da Viorel. Alla quarta ripresa infatti il finlandese comincia a muovere male le gambe, a non avere stabilità ma stoicamente fa finta di nulla e va avanti.

La posta in palio è alta… Allo scadere del quinto round Vio, tranne l’incidente della prima ripresa ha fatto tutto quello che doveva, non ha preso colpi degni di nota, ogni calcio medio o alto che portava il suo avversario si fermava sui guantoni o andava a vuoto. Però forse i 3 giudici (c’era un finlandese, un ungherese e un italiano…., sembra l’inizio di una barzelletta…), a bordo ring hanno visto un altro incontro, forse è cambiato il regolamento e anche i colpi che non vanno a segno fanno punto, perché alla fine a vincere il confronto è stato Palanto, che come potete vedere dalle foto ne è uscito piuttosto malconcio…. A riconferma di quanto sostengo, della diversità dell’incontro visto da me e dalla giuria, appena rientrati negli spogliatoi, Lucien Carbin (ex campione di Thai olandese ed ora grande maestro, non uno scemo qualunque) e tutto il resto degli olandesi presenti, dicono a Vio : “You won the fight”… Come si dice a Roma “riconsoliamoci con l’aglietto…”.    Certo Vio, poteva forse fare di più, poteva pressare di più l’avversario anzichè aspettarlo, ma ognuno ha delle caratteristiche, delle peculiarità, dei punti forti, Vio ha sfruttato le sue, e lo ha fatto alla grande. Lo ringrazio per la prova che ha offerto, per l’esempio che ha sempre dato ai ragazzi in palestra e per quello che hatto vedere in tutto questo tempo. Spero solo che questo non sia il suo ultimo incontro…

Umberto, Alessandro e Daniele combatteranno a Pomezia. Forza e Onore!

Umberto, Alessandro e Daniele combatteranno a Pomezia. Forza e Onore!

Grande prova quella di Daniele contro Roberto Bellotti (Ecole de Combat). Questa volta, a differenza delle precedenti ha saputo dominarsi, ha saputo ragionare e non buttarsi alla carica. E proprio rimanendo lucido è riuscito ad avere la meglio sul suo avversario. Addirittura prima del limite (KO alla 3 ripresa) con delle autentiche bordate di braccia. Bravissimo.

Alessandro continua a stupire il pubblico che non lo conosce e a confermare a noi che lo conosciamo quanto sia forte. Per quattro riprese ha dominato su un coriaceo Alessandro Ramazzotti (Pro Fighting Rimini) mettendo in mostra quasi tutto il suo repertorio. Alla terza ripresa coglie in pieni sullo zigomo sinistro con una ginocchiata in volo, il riminese che rimane in piedi. Alla fine dei 4 round previsti vince meritatamente. Grande Alessandro ….Alessandro Magno…. 🙂 ps: non montarti la testa…

Umberto offre un’ottima prestazione contro il forte Serghey Vasiliev (Pro Fighting Rimini). Parte lento mentre il russo (o forse ucraino) si rende pericoloso con delle ottime combinazioni pugni / ginochhiate al quale il nostro replica subito con combinazioni di pugni e calci. Il match si sviluppa in maniera piuttosto equilibrato, Vasiliev attacca e Umberto risponde sempre preciso e puntuale. Ma al terzo round la svolta: Umberto tira con un potente middle-kick, un autentico missile, che si abbatte sul braccio destro del suo avversario che si piega e viene contato. Il match riprende, ma alla quarta ripresa il nostro ci riprova e nuovamente fa contare l’atleta ospite il quale decide di non continuare. Vice dunque Umberto per abbandono alla quarta ripresa. Grandioso!